Come in "French Kiss"



Vacanza. Colline marchigiane.
Corro su una strada sterrata che dopo essersi trasformata velocemente in un breve Vertical mi da tregua e mi lascia il tempo e il fiato di guardare quello che si apre dinnanzi a me.
Una distesa di colline che il sole ancora un altro giorno ha deciso di illuminare.
Non so' spiegare l'incredibile sensazione che si prova ma so' che si dovrebbe incominciare la giornata sempre cosi!
Vedo colline coperte da ulivi, da giganti gialli che chiamano girasoli, anche i campi aridi riescono ad essere belli.
Penso che tutto quello che si può desiderare è qui.
E poi vedo colline ricoperte da ordinatissime file di vigne da verdicchio, e mi viene subito in mente " French Kiss".
Ho visto tante commedie d'amore ,direi quasi tutte, e questa rimane una delle migliori per attori e colonna sonora che , con Paolo Conte ha il suo apice.
Lei, Meg Ryan, un tipetto biondo con i contro...., lui, Kevin Kline, un uomo che grazie alla donna che ama ritrova la "diritta via".
L'ultima scena del film è un inquadratura su loro che passeggiano,a dire il vero Meg ha una camminata saltellante che adoro,(sarà per la felicità!), e sul loro casale antico in mezzo alle vigne in Provenza, dove vivranno sereni e innamorati producendo dell'ottimo vino, almeno cosi' ho sempre voluto credere
Tutto questo accade con Louis Amstrong che canta la "vie en rose"....ora ....si può sognare più di questo??

L' argomento "principe azzurro",che è assai complicato, lo rimando ad un futuro prossimo, intanto dico che vivere in luoghi cosi unici, di cui l' Italia è così incredibilmente ricca, è quello che ci vuole per tornare a quello che siamo, a quello che vogliamo, per abbandonare il tran tran quotidiano e riprendersi il tempo di osservare, di fermarsi a pensare.
Dico che adoro sognare e che non smetterò mai di farlo e che in fondo nonostante tutto quello che succede e che non era nei programmi, continuo a sognare di poter vivere la mia Vie en Rose,quindi ora ritorno sulla mia amaca

Au revoir.Clode



Total white

Durante l'estate succede quel fantastico miracolo di riuscire ad avere dei momenti in cui poter "respirare", chi è mamma mi capisce e lo sà.
Niente ginnastica, niente catechesi, niente di niente...
E io che ferma non riesco a stare ne aprrofitto sempre per smontare e rimontare la mia piccola ma confortevole casetta.
Devo dire che per fortuna rispetto alle ultime due estati ho raggiunto quella "pace dei sensi" che mi permette di non farmi prendere da certe idee del tipo .."ora inverto la mia camera con quella delle bimbe" o dipingere pareti di colori adatti  ad una casa negli Hamptons di 300 mq, ma non alla mia!
I benefici di questo status mentale sono notevoli ad esempio un mal di schiena scampato o del tempo da usare nei più disparati modi.
Ultimamente quando per creare una borsa prendevo del tessuto dallo scaffale, vedevo un bellissimo san gallo bianco che mi ispirava un sacco di idee per la mia estate.
Ieri finalmente in  un raptus creativo ha preso vita la mia blusa total white e  diciamoci la verità, non c'è nulla di meglio del bianco d'estate sulla pelle dorata.
E se la Clode dice Total white è total white per davvero!






Au revoir.
Clode


Save the date ...Milano

Questo week end torno a casa a respirare "l'aria buona" della city.
Io e @oldtiton abbiamo pensato ad un pomeriggio di chiacchiere e gelato, ad un po' di shopping homemade in  compagnia.
Vi aspettiamo!!



Che la produzione abbia inizio...

Cotoni pesanti, tante sfumature di grigio e un giallo ocra che adoro.
Il mio babbo mi ha fatto tagliare in posti segreti Milanesi dei manici di cuoio che adoro per l'estate...
Oggi ho allestito il set fotografico con il pallet che un tempo fù la mia testiera del letto e devo dirvi che sono proprio soddisfatta!

Au revoir! Clode




Cosa voglio fare da grande.Riflessioni serie di una quasi 34enne.

Sarò sincera.
Questo blog stava per finire nel cestino di google, è mancato proprio poco.
Il mio angolo dove sedere, guardare, pensare e farvi vedere quello che nasceva dalla mia testa e dalle mie mani stava per finire nel dimenticatoio virtuale.
L'ho abbandonato per molto tempo.
Molte cose sono successe, molte cose della mia vita sono cambiate, la strada è stata decisamente in salita ma comunque bellissima e, da mamma e da runner, direi sempre di corsa.

Tra pochi minuti sarò una 34enne e ricomincio a sognare.
Ho deciso di dare una possibilità alla mia capacità di immaginazione e creazione, di lasciare che esse riprendano il controllo perchè sono una parte fondamentale di me senza la quale non posso essere felice.



Da qualche mese ho ricominciato a "produrre", come dico io, borse, accessori o quello che mi viene commissionato.
Ho semplificato il mio vecchio nome e rifatto il logo, ho aperto il profilo su istagram e facebook.
Quando però è venuto il momento di decidere cosa fare del mio blog il primo pensiero è stato quello di voler ricominciare daccapo e quindi di eliminare tutto.
Resettare o no?
Niente da fare, io sono la mia storia, sono quello che è stato, gli errori che ho fatto e la forza che ci ho messo per arrivare fino in fondo e anche per Clodetè è così.

Nel 2007 quasi per caso con la mia prima macchina (una Toyota che ha cucito veramente di tutto ) e l'aiuto di un giornale per hobbiste, ho confezionato la mia prima borsa di lino (vedi primo post).
Quello che facevo piaceva, incredibile!
Un giorno sono arrivata alla "pazza idea" di proporle ad un negozio di Riva del Garda dove allora abitavo.
Mi ricorderò sempre Cristina,la proprietaria di "Frontelago", che mi disse "Bellissime. Lasciamele qui."
Entusiasta e sempre un pò incredula mi sono lanciata in un'avventura che più o meno intensamente mi segue da allora.

Da qui, da questo blog si riparte perchè , come dice "l'uomo ikea" Ingvar Kamprad,
"Il più rimane ancora da fare, per questo il futuro è meravigioso."


Se volete sapere chi sono potete tornare indietro nei miei post, lo farò anch'io ogni tanto.
Vedrete una donna, una mamma, una creatrice compulsiva di quello che mi passa per la testa.
Datemi ancora qualche giorno per organizzare la vendita online e seguitemi, io c sono!
Se qualcosa di quello che posto vi piace scrivetemi a  clodetecouture@gmail.com.

Au revoir! Clode

Stripes blue is must have



    Voglia di mare, voglia di indossare un costume e poco niente    altro.
    Voglia di sentire l'odore del sale e di arrivare in una bellissima spiaggia magari al Felciaio.
    Bianco e blu.. nient'altro.





L'ispirazione...

E' sempre così... Vedi una stoffa, la guardi e pensi subito in che cosa potrebbe facilmente trasformarsi...
Et voilà!



Ecco che si aggiunge un capo nuovo al tuo guardaroba... 
Un buon inizio di primavera a tutti voi!

SPRING 2014

Penso che molte di voi mi possano capire... quando si ha quella voglia di mettersi addosso qualcosa di nuovo...
Così ieri sera alle 21.30 dopo aver messo a dormire Cate febbricitante e Maggie con adrenalina alle stelle per la festa di carnevale di oggi, ho tirato fuori la mia macchina da cucire e, presa la prima stoffa di un colore allegro e grintoso che avevo, ho iniziato a tagliare...
E oplà... non so se vi piace ma io sono molto soddisfatta!!!
Meglio dello shopping decisamente!!!!
Ciao!!!


LAVORETTI TRA DONNE....

Ciao!
La maestra di Margherita ha dato il compito di creare qualcosa dal nulla con il materiale di riciclo da lei fornito , così ieri io, Margherita, Alice e Caterina abbiamo riempito il pavimento della sala di tutto ciò che potesse essere utile e abbiamo creato un vaso da parete.
Ovviamente abbiamo dovuto fare anche i fiori e vi dirò che erano più facili del previsto,anche se il procedimento per delle bambine che non vedono l'ora di andare a giocare è piuttosto noioso.
Su.Folding Trees trovate il tutorial in inglese ma dalle immagini molto chiaro.
A proposito quando sono andata in cartoleria ho chiesto degli "sturapipe"(a Milano si dice così!), voi come li chiamate??


E' passato quasi un anno dal mio ultimo post e sono successe un sacco di cose!
Avevo quasi dimenticato che ci fosse un blog tutto mio; 2 minuti fà ho deciso di riaprirlo dopo tanto tempo e sono stata piacevolmente sorpresa!!!
Le mie borse non mi sembrano neanche fatte dalle mie mani e le mie figlie ormai sono quei 30 cm in più!!!
Questo blog è stata parte fondamentale di un periodo della mia vita e quasi mi commuove  rivedere il lavoro, l'impegno e la mia famiglia; il tempo passa; ho compiuto a giugno 30 anni e mi sembra di avere un sacco di cose da raccontare.
Parte di queste emozioni e creazioni le ho condivise con voi e decido ora che voglio continuare a condividerle, per poi un giorno riaprire il mio blog e provare lo stesso brivido che ho provato prima!
Da poco più di un mese ho aperto una nuova attività che mi occupa tutto il tempo, quindi nei prox post lo spazio sarà dedicato non alle mie creazioni ma a quello che mi passa per la testa! forse un giorno chissà avrò la fortuna di farvi rivedere qualcosa.
Intanto chiudo il cassetto sempre colmo dei miei sogni, e saluto tutti quelli che per caso ricapiteranno in questo blog non più abbandonato!